Decidetevi: affamati o arrapati?

di Helmut Leftbuster

gangsta10

Non ci imbatteremo nella noia di tautologiche verità storico-sociologiche circa la predisposizione culturale di determinate genti al compiere determinati reati: ci sta pensando il governo nazionale, ben più autorevolmente, per fortuna (seppur con scarsi risultati, per i Nostri gusti..).
Piuttosto parleremo, da sportivi quali siamo, di calorie: e di quante ne servono per stuprare.
Reprimete la ridarella voi che pensaste ad una provocazione, e recatevi ad osservare – scientificamente – le tabelle caloriche di dispendio energetico relativo all’attività sessuale normale di un essere umano medio (gran belle cifre!); poi aggiungetevi i kilojoule necessari ad esercitare lo sforzo fisico costrittivo indispensabile ad ottenere la totale sottomissione della vittima. Insomma, per stuprare occorre avere la pancia piena! Degli affamati rachitici, macilenti e bisognosi non arriverebbero neanche ad implorare un pompino fatto per misericordia! Quindi, fuori dai coglioni l’idea che chi stupra sia qui per fame o per bisogno.
Quanto alla Caritas (a proposito di misericordia..vera o presunta..), è favorevole alla carità quanto le pompe funebri (perdonateci l’irriverente assonanza..) sono favorevoli ai funerali: ci campano, sia a livello di soldi che a livello di ragion d’essere! Ma a livello di voti? A chi li portano? I cosiddetti “TeoDem”, che persino a SanRemo hanno fatto giungere le loro paternali anti-cattivismo, e che sostengono di non voler più tollerare la parola “buonismo”, da chi s’aspettano voti, ora che gli extracomunitari sono quasi metà della popolazione italiana?!
Stupro è orrendo sincretismo fra tre fattispecie staminali di reato, le più odiose ed efferate: contro la persona, contro la libertà personale e contro la proprietà privata; tanto che per anni vari ceppi politici ne han tediosamente rivendicato l’ascrivibilità ad un determinato titolo ideologicamente preferibile per ciascuno di essi: i cattolici lo volevano reato contro la morale, le femministe reato contro la persona, i sinistrorsi lo avrebbero voluto qualunque cosa purché fosse tanto populisticamente stigmatizzabile quanto effettivamente punibile alla sola insegna del recupero sociale, la loro solita cantilena preferita.
Dunque, se sono ipotizzabili tutte queste versioni di considerazione dello stupro, perché non ottenerne un bel sincretismo anche della pena prevista? Ovviamente col conseguente cumulo di gravità. No, le prime interessate, le femministe, prone al sentimento partitico di fondo a cui storicamente appartengono, si son sempre dette contrarie: la donna che abita il loro corpo vorrebbe lo stupratore castrato, ma la donna di sinistra che abita le loro menti abrase lo preferisce graziato, perdonato, tanto più se immigrato.
Lo schifo è che nessuno ha mai avuto il coraggio politico di affermare che tale reato, ed il triplice affronto che desta – persona, libertà, proprietà – , sublima il desiderio di distruzione totale verso la vittima, privandola sin dell’ultimo centesimo di corporalità, motilità, dignità, privandola.. privandola..privandola..del proprio corpo, l’estremo baluardo della nostra proprietà privata!
La compassione per la colpa non è un dovere civico, è semmai un lusso radical-chic e/o cattocomunista, posto che l’unico cattocomunista coerente è stato (forse..) san Francesco; mentre l’incolumità fisica d’ognuno è la principale garanzia d’un sistema sociale evoluto, oltre che un insopprimibile diritto del cittadino e il fondamentale dovere dello Stato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: