Quelle badanti fresche di parrucchiere…

– Aristocrazia Dvracrvxiana –

Quelle badanti dall’aria di sfida che affollano i treni fresche di parrucchiere…

Un tempo esistevano i poveri, i barboni, gli affamati, i diseredati. Quelli veri. Quelli per i quali rubare e delinquere equivaleva a mangiare, non ad avere il doppio cellulare o l‘ì-pod. Ed infatti rubavano maldestramente, (come oggi fa ancora nei supermercati qualche povero anziano pensionato -italiano- affamato dalle recenti politiche governative), e non erano, come gli odierni delinquenti provenienti da fuori, (e quindi irregolari in base alla legge), atleti tecnologizzati e violenti che riescono a rubare e violentare agevolmente in ville stracolme di strumenti antiintrusione (come oggi rileviamo dalle statistiche di polizia sulla criminalita‘ “non autoctona“).
Un tempo le domestiche ed i domestici erano professionisti umili e volenterosi, che per nascita o abnegazione vestivano panni che la letteratura manzoniana ha saputo cantare con venature di sublime poesia. Ebbene, le cose son cambiate; non c’è mai giudizio etico in una verifica storico-sociologica, semmai legittima protesta politica nei confronti di una sovrapopolazione che trova in un’immigrazione sconsiderata la sua unica fonte di sventure; sventure per chi in Italia è nato, cresciuto, e di nostranità permeato.
Ricordo che da bambini guardavamo ai 12 anni come il primo traguardo giuridico da raggiungere: quello di poter prendere l’ascensore non accompagnati! Sulla medesima targhetta che ne indicava il divieto campeggiava anche il limite di persone che potevano salirvi in assoluto, 4 per l‘esattezza, e pertanto ragionavamo: se così è scritto, significa che in 5 si sta scomodi, in 6 manca l’ossigeno mettendo a rischio i più deboli, in 7 l’ascensore, nell’ipotesi migliore non parte nemmeno, nella peggiore cade uccidendoci tutti; leggi imposte da fisica e geometria, non certo dall’etica!
In una nazione, porzione territoriale delimitata come tante altre, e realizzazione spaziale di scala maggiore, (ma non per questo illimitata..), gli “ascensori” a rischio sono le strade, i condomini, i supermercati, gli ospedali ed..i treni. Se non ci si sta, non ci si sta: perché mai “tanti e male” deve esser preferibile al “giusti e bene” ? Per una questione etica? E’ forse etico lasciare in piedi sui treni italiani anziani (gli anziani sono statisticamente italiani per ovvie ragioni anagrafiche) perché queste grasse, slavate e dispensabilissime “professioniste della compagnia” dalle “S” fischianti e dalla gelida aria di sfida, truccate, firmate e fresche di parrucchiere, che hanno la precedenza nella graduatoria per l’assegnazione delle case popolari e dei posti negli asili nido grazie ad una dischiarazione dei redditi all’80% in nero, si precipitano ad incastrare i propri sontuosi culi con maggior violenza e strafottenza di gente che ha pagato tributi una vita senza magari esser mai riuscita nemmeno a comprarsi un’automobile?!
Ebbene, queste donne, di “povero”, non hanno proprio un bel nulla: non l’aria smunta, non lo sguardo remissivo e grato che ogni ospite dovrebbe tenere, non abiti sgualciti, sempre di marca piuttosto; capigliature gonfie e spumose, mani curate e cellulari perennemente all’orecchio, piuttosto; e Noi, per lor colpa, non possiamo caricare neanche più le bici sui treni, dei quali naturalmente occupano anche il vagone ciclisti per la presenza dei relativi strapuntini che puntualmente sfondano con le loro flaccide grazie. C’è un solo antidoto contro questo sfacelo: farle scontrare con maschi filippini o cinesi, sprezzanti di qualsiasi regola cavalleresca (nonché di qualsiasi regola e basta) che senz’altro non si alzeranno dal loro posto per farle accomodare: eh già, perché trovatemi un filippino o un cinese che in autobus si alza per far sedere una donna, o un anziano: prendere qualche mezzo pubblico nelle grandi città per credere…

HELMUT LEFTBUSTER

myspace/dvracrvxcenacvli dvracrvx_cenacvli@yahoo.it
Badanti

Annunci

Una Risposta to “Quelle badanti fresche di parrucchiere…”

  1. Aurim Says:

    Questi fatti ci portano all’odio ma non è colpa nostra come cittadini. La colpa è della ploitica e dei politici che non sono stati e non sono capaci di mostrare gli attributi maschili ( perchè non ne hanno ? )nella lotta diurna contro chi viene dall’estero per usurpare il nostro sacro suolo il nostro lavoro la nostra vita. Ma perchè non sono state mai raccolte le firme per indire dei referendum : sull’immigrazione, sui rumeni, sugli zingari, sull’integrazione, sui doveri di chi entra, sulla religione, sulla giustizia, etc ? Perchè la stragrande maggioranza degli italiani avrebbe votato contro a tutti i provvedimenti presi fino ad ora. Altroche sondaggi: ed io sono per la destra ma quando non si fanno cose utili e serie voto contro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: