QUEL LASSISMO SINISTRO FORTE COI DEBOLI E DEBOLE COI FORTI

Dal ‘68 in poi, momento epocale in cui germoglia la merda seminata col giacobinismo ed in seguito col marxismo, l’ideologia “sinistra” è coincisa con una sostanziale apologia di antinazionalismo, nichilismo esistenziale, anarchismo istituzionale e demolizione identitaria: tante definizioni per un solo grande cancro ideologico nei fatti tradottosi in giustificazionismo di qualsiasi reato contro la persona e contro la proprietà, in nome del presupposto per cui chi mena le mani ora sarà stato, in qualche vita precedente, senz’altro vittima dei soprusi del menato (odio di classe), e chi ruba lo fà senz’altro per “fame e bisogno“, invocando all’uopo le relative attenuazioni della pena.
Unici reati perseguiti volentieri dai sinistri restano quelli di opinione (apologia di fascismo, istigazione all’odio razziale ecc, in pratica quelli ipso facto riferibili
alla sola parte avversa) e i reati fiscali, che si presuppongono compiuti solo da “ricchi“ e “potenti“, i teorici potenziali obiettivi dell’odio sinistro, sebbene poi, nei fatti, i più opulenti ed influenti sian proprio loro, quei “comunisti“ che in comune con i loro simili non mettono neppure i cocci dei pistacchi, ipocrisia, codesta, che è alla base del corto circuito di consensi patito dalla sinistra politica attuale.

Per il resto, percosse a vecchiette massacrate in sede di scippi o rapine, furti in appartamenti (ove il ladro resta il vero “pregio” da tutelare), sequestri di persona (sebbene minorenne), terrorismo (rosso, soprattutto, ove per i sinistri non esistono “terroristi“, ma solo valenti Robin Hood..), vanno tollerati con la benevola indulgenza che si deve riservare a chi pecca di eccessivo idealismo o esagera nell’applicare un eticismo sempre e comunque politicamente corretto.

E una legislazione cosiddetta “garantista“, attraverso concetti astrusi e subdoli come “proporzionalità della pena” o “adeguatezza della difesa all’offesa ricevuta”, ha prontamente lavorato in tal senso: ha tutelato i rei e penalizzato le vittime, instillando nella gente una sorta di “tiepidità volta alla sopportazione“ di condotte sbagliate e dannose, ma tutto sommato giustificabili.

Prendiamo l’eccesso colposo di legittima difesa: un onesto cittadino, magari di indole mansueta, mingherlino, e totalmente inesperto dell’arte del menar le mani, si trova a dover difender se stesso, la propria madre disabile, la moglie incinta ed un figlioletto di pochi anni, dall’incursione notturna di “bisognosissimi” criminali armati fino ai denti, abituati all’aggressione fisica e spietati negli intenti fino al midollo: quale sarebbe, secondo voi, una possibile reazione “adeguata” del pover’uomo se non quella di usare un’arma per “correggere” una disparità di forze in campo del tutto evidente?!
Questo dovrebb’essere l’ABC del Diritto: distribuire le forze e le ragioni secondo giustizia ed equità.
Persino nella regola del gioco del “Risiko”, a parità di tirata di dadi, il contendente che si difende vince comunque su quello che attacca.
E invece no: i sinistri han sempre cavillato, si son sempre masturbati con “le vere cause del disagio dei disagiati”, allagandoci nel loro fetido onanismo fatto di falsa indulgenza, bolso lassismo e sciccoso garantismo per i teppisti, i disturbati, gli indisciplinati, gli asociali, strepitando allarmismo fascistoide ad ogni tentativo dello Stato di usare il pugno di ferro, e dicendo che “con la polizia non si ottiene nulla“, ma che servono solo “educazione e giustizia sociale” per ottenere anche “ordine” (vocabolo quest‘ultimo che per i sinistri resta comunque empio e, inquanto tale, impronunciabile, chissà perché!).
Come se allo stupratore, anziché un calcio nelle palle, gli si dovesse prima fare un tantra mediatico per dissuaderlo e convincerlo che sta sbagliando..
E tutto nel più totale disinteresse verso i destini delle vittime.

Il crimine dunque visto come una valvola di sfogo dei disagiati, nongià come un vile sopruso del forte e del prepotente verso i più deboli e verso la sacertà della Legge.

E a tal proposito vorremmo reprimere sul nascere il borbottìo di qualche anticattolico nel dire che è tutta colpa del cristianesimo e del suo “porgi l’altra guancia”: Cristo non rivendica alcunissima mansione secolare nell’applicazione della legge civile o penale, che, anzi, lascia totalmente all’inflessibilità del Cesare romano. Né il Vangelo ha mai detto che i poveri possano rubare, tutt’altro, invita alla contrizione, al pentimento e all‘espiazione, andando così ben oltre il semplice concetto di semplice pegno o punizione; tantomeno esso nega il diritto di proprietà, canone basilare del Diritto Romano ed, infatti, successivamente, anche di quello Canonico. Saranno piuttosto i giacobini e Marx a scardinare tuttociò in nome di un collettivismo ipocrita e abietto che porterà i primi a riempire d’oro un damerino requisitore di proprietà, libertà e fede, un vanaglorioso sanguinario e senza valore capace solo di vilipendere il percorso storico intrapreso da Carlo Magno, intralciandone il sacro corso per appena qualche anno; e il secondo che, dopo aver farfugliato di uguaglianza e carità, di tutta risposta sposerà una facoltosa baronessa: ecco la coerenza sinistra anche volendola andare a cercare col lanternino a ritroso nel tempo!

Insomma, l’avversione sinistra al “kalos kai agathos” è sempre stata totale, e sempre lo sarà. Due begl’occhi senza occhiali, per loro, non saranno mai abbastanza intelligenti, un fisico scultoreo tradirà senz’altro un’indole un po’ scema (tranne che non si tratti di atleti neri, ovviamente..). Ed un sano amor proprio e patrio sarà sempre fascista.

La nostra analisi del fenomeno è stata lunga, Amici, ma tranquilli, il tirarne le somme sarà semplicissimo: lasciamo questi tristi individui, sempre rabbiosi, ingrugnati ed insoddisfatti, al loro grigio destino di pianto; essi puntano sul contagio del loro malessere, Noi sulle potenzialità dell’azione individuale; essi fanno affidamento sulla massificazione fisica e spirituale, Noi sul sodalizio delle intenzioni e sulla bellezza delle forme; essi sono surgelati formattizzati, Noi originalità pura.

I “sinistri” (che non sono solo gli elettori del PD, tanto per intenderci.., ma senz’altro chi vota quel determinato arco parlamentare è uno di loro), sono orrendi come ciò che invocano e a cui tendono a somigliare.
Mentre Noi siamo meravigliosi e fulgidi come gli Dei a cui tendiamo il braccio.

HELMUT LEFTBUSTER

Annunci

3 Risposte to “QUEL LASSISMO SINISTRO FORTE COI DEBOLI E DEBOLE COI FORTI”

  1. Antonio Says:

    Bel testo davvero. Anche se rimango anticristiano convinto.

    • aristocraziadvracrvxiana Says:

      Grazie, Antonio. Non c’è nulla di male ad esser anticristiani convinti. Non c’è nulla di male ad esser convinti o non convinti di qualsiasi cosa. In ogni caso Noi non siamo “cristiani”, siamo GHIBELLINI, semmai, ed è molto diverso.

      HELMUT

  2. thordenfjell Says:

    Tra l’altro,a conferma della disamina appena fatta,va precisato che qualsiasi studio sulla nuova delinquenza sottolinea il fatto che l’idea del criminale spinto dal disagio è obsoleta e “sentimentale”.C’è da dire che uno Stato Forte,uno Stato realmente Etico non necessiterebbe di “autodifese”.Entreremmo in un discorso spinoso,se notassimo che la “autodifesa” atomistica è tipica degli Stati apolidi alienati come gli USA.Uno Stato fondato su legami comunitari saldi si “difenderebbe” attraverso leggi adeguate e attraverso il baluardo dell’unità sociale.Ma non viviamo chiaramente in questo tipo di “utopia”(utopia per l’oggi,almeno).Ma mi preme ribadire:la bassa manovalanza-forse-viene pescata tra i microcriminali a disagio sociale.Ma la delinquenza organizzata vera è sicuramente di “fascia alta”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: