LETTERA APERTA AI MIEI COLLEGHI ASSENNATI (di Ille Doctor Luminis)

Questo è quello che penso sui fatti delle università in merito alle decisioni governative. Sappiate che sono scorretto in partenza: non risponderò a nessun commento, minaccia, o semplice insulto. Il mio primario intento è condividere un punto di vista con chiunque diffidi dei facili messia equi e solidali, ed abbia la forza e la razionalità di pensare con le proprie menti.
Chiunque quindi voglia darmi del fascista già per questo è pregato di andare a farsi fottere subito. Per quanto sia acceso dalla sacra idea della destra sociale, lascio la politica fuori da queste parole, poiché poco ha a che fare con questo discorso (e quel poco lo posso approfondire altrove).
Mi preme dirvi, carissimi colleghi assennati universitari, che la maggior parte degli studenti italiani sono delle grandissime puttane. Sono pronti sempre a far vedere il loro falso anticonformismo schierandosi acriticamente contro qualsiasi decisione provenga da qualsivoglia autorità. Ogni momento è buono per attirare l’attenzione…c’è gente che se non attira l’attenzione, infatti, muore.
Tra scioperi, manifestazioni, occupazione et similia RICORDATE, cari colleghi diligenti, che la forma più alta di rivoluzione è lo studio e la cultura. Perdere giorni di lezione, non avere la possibilità di approfondire vuol dire perdere in partenza qualsiasi battaglia!
Qualunque sia il problema, qualunque sia l’ostacolo (e se l’ostacolo per voi esiste, e non lo considerate tale solo per luce riflessa) usate il vostro tempo libero per annientarlo. Ricordate che non è gratis studiare, vivere fuori sede! Cercate il meno possibile di essere strumentalizzati da anziani professionisti, che temendo per la vellutata poltrona che ha massaggiato il loro culo per decenni, istigano voi a lottare per loro.
Abbiate il coraggio di maturare idee personali, che trascendono i vecchi gruppetti universitari, circoletti e roba del genere. Un’idea avrà sempre la sua autonomia, nonostante qualche danaroso fannullone possa bollarla come sbagliata a priori.
Esistono delle leggi, ma prima di tutto esistono dei dettami morali! Non lasciatevi coinvolgere in questo disfattismo estetico che attira su di noi, pochi studenti laboriosi, l’etichetta di massa informe e improduttiva. Gli striscioni lasciateli a chi ha una voce troppo fievole per parlare, per dire la sua. Usate il dialogo, non i diktat! Siate rispettosi, ma pretendete rispetto.
Non lasciatevi schiacciare da quello che pensate essere un dovere civico dello studente universitario, l’essere per forza disobbediente, anche alla stessa disobbedienza. Pensate che la vostra unica responsabilità l’avete nei confronti di voi stessi e dei vostri averi. Distraendovi perdete anni, soldi…vita! Questo non vuole essere un inno all’indifferenza politica, ma noi tutti abbiamo un’occupazione che non può essere abbandonata, l’unica maniera con cui, anno dopo anno, possiamo aumentare il tono della nostra voce fino a far scoppiare i timpani ad ogni ostacolo possibile.
Spero qualcuno colga il senso delle mie parole. Colgo l’occasione per augurare uno studio di qualità a tutti, e un buon riposo ai finti rivoluzionari, sottolineando come il tempo passi per tutti!

ILLE DOCTOR LUMINIS, neolaureato all’inizio della sua carriera, specializzando, studente ligio al dovere, e ovviamente leale viandante dvracrvxiano!

ps. ovviamente i commenti propositivi sono bene accetti. E visto che per colpa di qualche zecca rischiamo la paralisi del sistema universitario, per carità di Dio, DIFFONDETE!!!  Già da filologo in fieri fa davvero male vedere come le nostre ataviche facoltà umanistiche siano in mano a questa subspecie umana…ma ora iniziamo a rischiare la faccia definitivamente  anche internazionalmente!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: