FATTACCI: Scafisti clandestini annegano in mare immigrati per odio etnico e riti propiziatorii…

Scafisti (sì, proprio quelli “benedetti” dagli immigrazionisti..), per “risolvere” avaria del motore durante la traversata,  gettano in mare migranti di etnie minoritarie a bordo dello scafo, al fine di propiziarsi gli dei e per sfogare odio etnico fra diverse etnie africane.

Ecco, con gente che, nemmeno toccata terra, si ammazza già a bordo del gommone sulla base di dinamiche antropologiche  impermeabili a qualsiasi evoluzione, noi, figli di Socrate, Marco Aurelio, Hobbes, Kant e Gentile, dovremmo convivere sulla base di non si sa bene quale precetto di legge voluta da chi. Questo è il mondialismo.

http://affaritaliani.libero.it/sociale/cinque-fermi-per-omicidio-immigrati-durante-traversata301111.html

———————————————————————-

E’ assolutamente evidente il non-senso logico dell’entusiasmo con cui i media e certi politici rapportano i concetti di CONCORRENZA e CRESCITA : in questo articolo si esplode di giubilo per lo sviluppo del mercato del CIBO ETNICO e del LOW COST offerto da imprese di immigrati. Cioè esattamente gli ingredienti che stanno affamando gli italiani…

http://www.adnkronos.com/IGN/Lavoro/Dati/In-dieci-anni-imprenditori-stranieri-piu-che-raddoppiati_313109984753.html

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2012/02/17/news/s_della_ue_alle_arance_marocchine_i_forconi_faremo_la_rivoluzione-30050258/

—————————————————————————–

Fra i tanti ebeti, stolti e pavidi plausi ad una sentenza senza senso e senza cognizione di causa su come risolvere il problema di fare entrare un’intera botte in una tazzina, quello di legambiente è il più indisponente: come potranno continuare a (far finta di) battersi contro la cementificazione del paese quando sarà proprio grazie a sentenze come questa se l’Italia diventerà un unico grande dormitorio per “cittadini del mondo”?!

http://www.asca.it/news-Immigrati__Legambiente__dopo_sentenza_rivedere_norme_accoglienza-1127587-POL.html

—————————————————————————–

da TOSCANA TV on line

Disabile costretta a mendicare fugge. Aguzzino la aggredisce, arrestato

FIRENZE – 10/02/2012 – Costretta per quattro anni a chiedere l’elemosina in strada a Firenze, ieri si e’ lasciata convincere dagli agenti della municipale a rifugiarsi in un centro di accoglienza, sfuggendo cosi’ al suo aguzzino.E’ la storia di una romena di etnia rom di 24 anni, disabile. Il suo aguzzino, un connazione ventiquattrenne senza fissa dimora, l’ha raggiunta nei pressi della casa di cura e l’ha aggredita ferendola a una mano, ma e’ stato arrestato dalla polizia con l’accusa di estorsione continuata. Secondo quanto riferito, la giovane chiedeva l’elemosina ai semafori nella zona di viale Belfiore e viale Fratelli Rosselli. In passato era stata avvicinata da pattuglie della polizia municipale, che le avevano proposto piu’ volte di rivolgersi ad un centro di accoglienza in via Sant’Agostino, nel centro di Firenze, dove ieri la ragazza ha acconsentito a farsi accompagnare. Qui pero’ e’ stata raggiunta dal romeno, a cui in passato aveva parlato della possibilita’ di trasferirsi nel centro. L’uomo, approfittando di un momento in cui lei era uscita per andare ad acquistare alcuni generi di prima necessita’, l’ha aggredita: infuriato per non averla trovata a chiedere l’elemosina, l’ha colpita al volto e alle mani, causandole contusioni guaribili in quattro giorni. La polizia, intervenuta su segnalazione del personale del centro, l’ha identificato e arrestato. Secondo quanto emerso, il malvivente, che l’aveva convinta a venire in Italia con la promessa di guadagni futuri, e forse dietro pagamento di una somma iniziale alla famiglia, la costringeva a elemosinare, minacciando di morte lei e la sua famiglia in Romania, composta da sua madre, le sue sorelle e la sua figlioletta. In un giorno la giovane disabile poteva raccogliere diverse centinaia di euro. I soldi, secondo quanto dichiarato dalla vittima, andavano in parte all’arrestato e in parte, circa 150 euro al giorno, ad una terza persona.http://www.toscanatv.com/leggi_news?idnews=NL13439———————————————————————

E’ la prova che bisogna fare di più ognuno nel proprio piccolo: BASTA con grande distribuzione tutta straniera (Auchan, Carrefour etc) che porta fuori dall’Italia i capitali e sfrutta il sottocosto; BASTA coi discount, venefici per l’economia nazionale quanto per il fegato; BASTA col cibo prodotto e/o venduto da non si sa chi. Torniamo a foraggiare piccoli produttori, verdurai e alimentari: compriamo meno, ma compriamo meglio.

www.repubblica.it

————————————————————————————-

Il multiculturalismo è come un pik nik: ognuno porta il meglio che ha a casa propria. Cosa saremo costretti dunque a mangiare domani e dopodomani noi europei?

http://www.thankyouoriana.it/?p=122

 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: