E’ PROPRIO VERO: DI MAMMA CE N’E’ UNA SOLA!

E’ PROPRIO VERO: DI MAMMA CE N’E’ UNA SOLA!

Titolo lieto per riflessioni, purtroppo, ben più scabrose.
La grande antropologa Ida Magli si è più volte soffermata nei suoi scritti sui fattori “similtà” e “appartenenza” nei rapporti empatici e socio-affettivi fra esseri umani. Tuttavia tale prospettiva è posta sotto la più che scontata pioggia di fuoco del mondialismo multiculturalista, poiché essa è alla base dell’illogicità teorica, prima ancora che dell’irrealizzabilità pratica, di un progetto che volesse, per prosaici ideali mercantilistici e tutt’altro che solidaristici, porre tutte le genti del mondo sotto l’egida di un’unica sorta di pangea sociologica globale.

La similtà e l’appartenenza alla medesima comunità, da sempre, hanno fatto la differenza nei rapporti fra esseri umani; pretendere che tale dato venga all’improvviso neutralizzato d’imperio ideologico è una bestialità scientifica palese.

I seguenti due fatti di cronaca nera ne sono significativa testimonianza: in entrambe le drammatiche situazioni riportate, l’anziana aggredita si rivolge al giovane aggressione implorando pietà attraverso l’escamotage psicologico del transfert materno: in pratica tenta di distoglierlo dai suoi intenti violenti assimilandosi alla madre, e pronunciando la frase “ti prego, non farlo, potrei essere tua madre”.
Ebbene, come potete evincere dai rispettivi articoli linkati più sotto, nel caso dell’aggressore connazionale della vittima il tentativo riesce perfettamente; nel caso dell’aggressore straniero la risposta è stata logica e sincera: “potresti esserlo, ma non lo sei..”. E giù botte.

Riflettiamo sull’illogicità della follìa multiculturalista coi dati, col ragionamento; non con vacue superstizioni ideologiche che nessuno vuole, ma che vengono imposte con la paura della censura.
In gioco c’è l’incolumità di cittadini onesti e contribuenti, ma troppo indifesi rispetto a ciò che la coscienza giuridica dei nostri Padri dovrebbe garantire.

HELMUT LEFTBUSTER

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200907articoli/45459girata.asp

http://chilhavisto.blog.rai.it/2012/03/09/omicidio-rosi-parla-la-figlia-della-donna-violentata-dai-rapinatori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: