SINGOLARE STRABISMO MEDIATICO SU MEDESIMI, AGGHIACCIANTI ACCADIMENTI

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_maggio_9/stupro-violenza-sessuale-tredicenne-filmato-arrestato-20199949514.shtml

L’articolo comincia dicendo: “il trentenne italiano è stato individuato…ecc ecc”.
Che motivo c’è di specificare la nazionalità del presunto stupratore? E’ ovvio che sia italiano, siamo in Italia!

Invece qui sotto avviene l’esatto opposto:
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=193883&sez=HOME_INITALIA&ssez=CRONACANERA

“Tre minorenni sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Sant’Egidio alla Vibrata, in provincia di Teramo, per violenza sessuale di gruppo e tentata violenza sessuale…ecc ecc.”
Stessa tematica dell‘articolo precedente, violenza su minori, ma in questo caso viene omessa la nazionalità dei responsabili, che solo ad articolo inoltrato si riveleranno essere immigrati.

Oppure accade che notizie di micidiale gravità (padre che uccide la  figlia di due anni, e disabile pestato e derubato da una gang), finiscano sulla cronaca locale, ma non su quella nazionale:

http://www.modenaonline.info/it/2012/05/07/disabile-derubato-e-pestato-da-tre-extracomunitari-12599
http://www.imolaoggi.it/?p=16324

Qui, violenza su un bimbo di 2 anni: c’è anche un italiano fra gli orchi, tuttavia i tg non parlano del fattaccio, probabilmente per via dei due complici…
http://www.imolaoggi.it/?p=17461
Pedofilia: abusi su bimbo, arrestati 2 bengalesi e un palermitano

Qui, un orrendo mix fra giocattoli, bambini e stupri in diretta…
http://www.latinatoday.it/cronaca/violenza-sessuale-negozio-arresto-itri-16-maggio-2012.html

Qui, abbiamo addirittura lo stupro di una povera ottantenne:
ttp://www.linformazione.com/2012/03/violenta-una-80enne-arrestato-albanese/

Qui, usano una motosega..
http://eur.romatoday.it/torrino/ferito-motosega-via-nanchino.html

Qui, un africano stupra sua madre per estorcerle soldi..
http://www.imolaoggi.it/?p=16594

Qui, dei rom rapinano anziani disabili..
http://www.romatoday.it/cronaca/anziani-picchiati-rapina-valle-martella-zagarolo.html

Qui, un romeno estorce da bere ad un povero esercente con una spada bilama..
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2012/05/10/negano-bere-brandisce-spada-samurai_6845849.html

Qui, una badante uccide a bastonate la donna di 91 anni che le era stata affidata..
http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_maggio_14/badante-anziana-colpisce-bastonate-spalla-testa-denunciata-psichiatrico-201176535472.shtml

Qui, una minorenne in visita al ragazzo in ospedale, viene molestata per i corridoi dello stesso…
http://www.imolaoggi.it/?p=17447

Qui, un’ambulanza viene assaltata da un gruppo di spacciatori intenzionati a linciare il ferito..
http://www.ilmessaggero.it/umbria/perugia_assaltata_dagli_spacciatori_anche_lambulanza_con_il_ferito/notizie/195119.shtml

Insomma, tutti casi che vedono aggressori di etnia diversa rispetto alle vittime; eppure di moventi denunciati come “razzisti” neanche l’ombra. Al contrario, il movente razziale compare subito non appena il presunto aggressore è un italiano:
http://www.leggo.it/news/cronaca/immigrato_aggredito_da_capotreno_razzista_due_denti_rotti_e_contusioni_/notizie/179367.shtml

Ebbene, in base a cosa è possibile stabilire quando tale movente c’è e quando no? Si può forse entrare nella mente di un aggressore? Oppure si può forse supporre che costui, ben consapevole delle aggravanti previste per un tale movente, ne dichiarerebbe spontaneamente l’esistenza?

In ogni caso, a prescindere da tale aspetto ideologico, voi avevate sentito parlare di cotanta nefandezza sui media nazionali?
Noi no.
Eppure, link per link,  sono fatti oggettivamente agghiaccianti (verificatisi tutti nel lasso stagionale della stesura di questo scritto, quindi un lasso temporale randomico e concentrato), che se realmente accaduti non potrebbero essere sottaciuti neanche volendo, quando a parlarne saranno le vittime, i loro amici, i loro conoscenti, e il terrore (tanto temuto dai sostenitori del polticamente corretto e del “relativismo culturale“) dilagherà autoreferenzialmente nonostante la silente connivenza di chi considera tali crimini “un male minore e sempre giustificabile”.

Insomma, se sti benedetti fatti sono accaduti, è gravissimo che se ne parli così poco; se, al contrario, fossero invenzione, sarebbe gravissimo che questi link girino sul web.

E, allora, come è possibile tanto strabismo mediatico?

Notizie terribili, fatti di cronaca devastanti, roba da film dell’orrore. E difatti, proprio come è avvenuto per la cinematografia, in cui la progressiva assuefazione del pubblico al sempre crescente tenore della scabrosità delle scene e degli argomenti ha costretto negli anni autori e registi a rinforzare costantemente la dose di sangue, barbarie e violenza inserita nelle pellicole per continuare a tenere testa alle aspettative di gente sempre più erudita nell‘imbarbarimento, allo stesso modo il giornalismo rispecchia il livello di sensibilità culturale ed umana del popolo a cui si rivolge, in parte gestendone il tenore per conto del potere politico di riferimento, in parte accondiscendendo a determinate istanze mediatiche, talvolta catastrofiste, talaltra politicamente corrette.
Altrimenti non si spiega come l’oggettività di un fatto accaduto possa essere declinata diversamente in termini di risonanza.
Fate la prova: andate a confrontare le date, e verificate se le notizie postate all‘inizio di questo scritto compaiono parimenti su stampa sia nazionale che locale, e negli stessi termini: scoprirete che non è così.
Per cui si verifica la grottesca circostanza per la quale chi è particolarmente informato attraverso un raziocinante “fai da te” su internet, viene poi preso per visionario dai suoi vicini di casa nel confrontare con loro notizie che non risultano a chi si limita a leggere i giornali o a vedere la tv.


Certo è che omettere di divulgare la commissione di fatti criminosi, manomettendo così il termometro della percezione della pericolosità ambientale da parte della propria cittadinanza, è un crimine grave almeno quanto i crimini omessi.

E si ricordino i politici e i giornalisti che mentono sui numeri e sui connotati di cotanto sangue, che molto probabilmente andranno all’inferno: è ora di finirla col mentire al proprio popolo per salvare il culo di chi mai salverebbe il nostro.

HELMUT LEFTBUSTER & PYTTRIX SANDRA

Dulcis in fundo:
Ora, si puo’ essere animalisti o meno e si può essere hacker o meno (no, un momento, l’hackeraggio è un reato, vivaddio!); ma a leggere questa notizia si percepisce l’entità della dilatazione relativista delle chiappe di tutti noi:

“Il sito è stato oscurato da una fiamma sgranata bianca e verde, e in mezzo una grossa mezzaluna araba”.

Insomma, non da un paperino, da una Biancaneve coi sette nani, da un simbolo esoterico; ma da un simbolo di terrore. Eppure sui media non se ne è parlato, nonostante il frangente animalista sarebbe meritevole di tutela da parte delle anime buoni stelle: evidentemente anche i poveri animali e i loro diritti devono genuflettersi innanzi al “diversamente credente”.
Tuttavia, provate a pensare per un solo istante cosa non sarebbe sceso dal cielo, se avessro hackerato quel sito con una croce celtica, o roba del genere, anziché con la mezzaluna: almeno 1 Porta a Porta, 3 Ballarò, e 15 giorni consecutivi di approfondimento raitreino non ce li avrebbe risparmiati nessuno!

http://www.corriere.it/cronache/12_maggio_12/brambilla-animali_f325b540-9c3f-11e1-a2f4-f4353ea0ae1a.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: