LA PREGHIERA DI DANTE – crestomazia dvracrvxiana –

O Signor mio, rivolgi la tua fazza
dalli peccati miei; ed ogni fallo,
ed ogni iniquità da me discazza.

Rinnova lo mio core, e mondo fallo,
e poi infondi lo spirito dritto
ne’ miei interiori senza intervallo.

Non mi voler lasciare così afflitto,
di mi nasconder lo tuo santo volto;
ma fa’ che con gli eletti io sia ascritto.

DANTE ALIGHIERI
(vv X-XI-XII Salmo IV de la Preghiera di Dante, Attilio Razzolini editore, Firenze 1914 d.C.
Dante: poeta identitario, combattente imperiale, amante virtuoso; sì. Ma anche istigatore di preghiera e devozione, viatici ad una “elezione” che include ed esclude a seconda dei meriti e di una titolarità spirituale con le carte in regola.
Le righe di critica letteraria stesse, che seguiranno le nostre, datate 1917 e 1907, recano segni chiarissimi dell’intenzione, condivisa da ogni Anima figlia di Roma, di vivere e glorificare quel sentimento patriottico che celebra la “distinzione” proclamando l’”Identità”; vocaboli e contenuti oggi posti così pesantemente sotto il fuoco d’un mondialismo – fisico, ma anche spirituale nel suo orrendo materialismo globalizzante – che Dante redivivo avrebbe avversato con tutto se stesso. E che sta a Noi, ora, combattere anche per suo conto, traendo dai suoi scritti preziose risorse letterarie, culturali e spirituali con le quali acuminare le nostre lance a dovere.
E se a tal guisa fin troppo facile sarebbe usare il Dante politico e filosofico per sfatare ogni astrusità ideologica accampata dalla follìa mondialista, laicista e massificatrice, ebbene qui ci limitiamo a farlo con un Dante che semplicemente prega: e tanto basta.
HELMUT LEFTBUSTER, Roma, feb 2012 d.C.

Raggiante come il sole meridiano, va per il mondo il pensiero di Dante, il Poeta divino, a cui si volgono le più alte intelligenze per averne luce di verità eterne, splendori di bellezze inarrivabili. Va così per il mondo, accolta in queste carte in cui rifiorisce, per l’opera squisita di Attilio Razzolini, la grazia degli antichi alluminatori, la Preghiera di Dante…non offuscata da nessun prorompente fremito del fiero Ghibellino.
…E’ una delle anime più eccelse e più conturbate che siano passate attraverso i secoli; è un’anima scossa dal turbine di tutti i travolgimenti umani dell’età che fu sua, delle età che la precedettero e delle susseguenti presentite da essa; è la possente anima che avvampò di sdegni santi, e i nemici della Patria e propri colpì inesorabilmente nel Poema sacro, a cui avevano posto mano e cielo e terra, quella che piamente, in questi Canti si volge a <<Lui che volentier perdona>>, s’abbraccia al mite altare di Maria, e dal più profondo suo, e al pari delle più meschine, più semplici anime, geme: Miserere di me, o Signore!
Non è qui il Poeta delle più sublimi speculazioni filosofiche, teologiche, sociali; è il poeta che ama, crede, spera, il Poeta della Fede cristiana, che ne accoglie e ne rende tutte le voci più belle. Qui è tutto e sempre Dante che prega…
…Sparsi tra le varie opere sue questi canti religiosi dell’Alighieri, fu geniale idea del Razzolini riunirli insieme, abbellirli con finezza di fregi e colori, con vivezza di figurazioni e miniature, aggiungendo così i sorrisi dell’antica arte alle religiose espansioni della fede e della poesia di Dante.
ELISEO BATTAGLIA, Firenze, giugno 1917 d.C.


Arride ne la divina trasparenza dell’arte di Oderisi da Gubbio la preghiera di Dante Alighieri.
La mente fatidica, che descrisse a fondo tutto l’universo, che dagli aspri e foschi regni di Dite ascese con la bella donna folgorando nel sole del paradiso, s’inchina in queste pagine al mistero della vita e della morte. Quel grande cuore, che palpitò per ogni sacro e umano ideale, sentì nell’ora grigia del dolore, dell’esilio, delle lagrime una segreta nostalgia possente di gaudi indelibati, di amori non perituri, di felicità inesplorate; e pregò.
Rivive e scintilla su le belle e alluminate carte, pel magistero di Attilio Razzolini, la preghiera dantesca oggi; voce di fede e di speranza in un tempo scettico e vertiginoso, che sente, più che altre epoche, l’aspirazione all’infinito.
Emergono da queste pagine alte visioni di pace conventuale ed ermi silenzi claustrali, olezzo di timiami e melodie di organi, cantici severi gregoriani e luccichìo di lampade ne le tenebre sacre. In tutto domina la voce del Credo di Dante ; sotto le arcate di S.Maria del Fiore il Padre nostro..; i Penitenziali gemono dal gran coro di Fonte Avellana; sospira e trema per l’aria di viola e di croco l’Ave Maria del tempio Polentano. Così la preghiera di Dante è la voce universale di tutti i tempi, come di tutti gli uomini, perché fino a che il sole risplenderà su le sciagure umane, sempre e dovunque s’invocherà Iddio, sospiro e anelito, gaudio e pace, estasi e gioia di tutte le anime. Pax et bonum !
TOMMASO NEDIANI, Firenze, 1 gennaio 1907 d.C.

Non a caso ci ritirammo in clausura presso l’eremo marchigiano di Fonte Avellana, sul monte Catria, ove già Dante e san Pier Damiani furono, per comporre quei versi di “N.Anathem” (la II traccia dell’ album “Religious as our Methods”, Deviate Damaen 1997 d.C.) nei quali affermammo di “non temere il buio di Cristo, di intravedere una luce oltre la croce, di inseguire una fede scritta nella nostra carne”
Ed oggi, qui, fra queste vette innevate ghibelline, scegliamo i versi di questo crepitante e polveroso libello di Famiglia, da inserire fra le tracce della cantata fatica in stesura, “(Retro)Aestetika Defibrill-Aktion Bunker”, a memoria del dovere di preghiera d’ogni buon cristiano, ed in memoria d’ogni buon combattente.
G\Ab S.VOLGAR dei XACRESTANI, Locvs di Lappago, maggio 2012 d.C.

ARSTOCRAZIA DVRACRVXIANA – crestomazia dvracrvxiana –

Ma quando io considero l’aspetto
Della tua ira contr’a’ miei peccati,
Mi si turbano gli occhi e l’intelletto.

Però che i falli miei sonsi invecchiati
Più che gli errori de’ nemici miei,
e più che le peccata dei dannati.

Partitevi da me, spiriti rei…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: