La vita e la ragione: l’ennesima storiella assai maligna di Ille Doctor Luminis

Un uomo decise, un giorno, di chiudersi in casa. Era stanco di vedere – parole sue – la mediocrità del genere umano. Era certo di essere il migliore in tutto, poiché sapeva che con un briciolo della sua volontà sarebbe stato capace di riuscire in breve tempo laddove chiunque avrebbe fallito. Quella che normalmente si definisce “esperienza di vita” per questi era solo l’ennesimo, pallido tentativo di giustificare un’innata inclinazione al fallimento, tutta umana.

La vita dell’uomo era iniziata a diventare un inferno: soffriva osservando passare la gente, specie se in gruppo. Era certo, infatti, che nei loro dialoghi tonnellate e tonnellate di preziosissima energia si disperdessero inutilmente, poiché un fine ultimo per quelle parole, per quegli atteggiamenti non c’era. Era nauseato di sorrisi ed inorridiva di fronte alle lacrime. L’apatia, poi, generava in lui rarissime forme di follia.

Deciso a chiudersi in casa per risolvere il problema – un uomo del suo acume non poteva infatti non accorgersi di avere un problema – passò almeno una settimana seduto su una sedia, senza avere la minima idea. L’ottavo giorno si alzò, esultando. Quella che aveva partorito era – secondo lui – l’idea del secolo: una sorta di dimostrazione logica, nata per dimostrare la propria superiorità, non che quella dei suoi simili. Non riverlò a nessuno la sua scoperta, né la stessa è tuttora nota.

Si sa solo che dimostrò, in una pagina di quaderno, che gli uomini particolarmente evoluti sono capaci di volare senza l’ausilio di macchine, con la sola forza del pensiero. Entusiasta della scoperta, l’uomo volle subito metterla in pratica: si lanciò dal quarto piano del suo palazzo schiantandosi e morendo sul colpo. Quella famosa pagina di quaderno venne ritrovata proprio tra le sue mani, a morte avvenuta.

Sarà riuscito a provare la sua superiorità e quella dell’uomo evoluto, riuscendo a volare autonomamente, seppur per pochissimo tempo?

Io in ogni caso non lo invidio, e mi riservo tutto il diritto di chiamarlo pubblicamente idiota.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: