MONUMENTI A MISURA DI SGORBIO

Da quanto tempo nel nostro paese non si edifica un monumento degno di questo nome?!OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Da quanto tempo non si costruisce più una bella abbazia, un poderoso palazzo governativo, una torre di gloria?

Basti pensare che la maggior parte degli edifici amministrativi della capitale sono di costruzione umbertina o fascista (Vittoriano, Foro italico, Palazzo dei Marescialli, Corte di Cassazione, Ministeri Marina/Aeronautica, Università e potremmo continuare per molto.ministero aeronautica mil

E basti osservare quali solenni scritte in latino vi campeggiano sulle facciate a ricordare, beffarde, che cosa fummo e quanto, in un passato nemmeno tanto remoto, il nostro territorio sia stato più bello, più nobile, più nostrano.

E allora, dov’è finito quell’amore per la bellezza generato e coltivato in Occidente per millenni da grandi artisti e dai loro popoli, ed ora considerato dalle degenerate intellighenzie culturali europee come “superata OLYMPUS DIGITAL CAMERAroboanza fascistoide”?!

Il monumento, dal dolmen al menhir, dalla statua all’arco di trionfo, sino alle più contenute targhe ai caduti o ad altre erezioni votive sia laiche che cristiane, è sempre stato la più esemplare manifestazione di plauso, orgoglio e riconoscimento non solo verso la personalità rappresentata nella plasmata pietra, ma anche verso le forme in essa scolpite e capaci di celebrarne la bellezza attraverso canoni di stilizzazione più o meno enfatici. Insomma, per fare monumenti non solo occorrono personalità da celebrare, ma anche forme da descrivere (possibilmente non obbrobriose). Ma le forme non possono che esOLYMPUS DIGITAL CAMERAser tratte dalla realtà, per idealizzate che siano: il centauro probabilmente non esiste, ma almeno l’uomo e il cavallo debbono esistere acciocché possa venire in mente a qualcuno di disegnare un centauro!

Ebbene, “cosa”, o peggio, “chi” si può pretendere di idealizzare a tal punto da farne statue o dipinti, oggigiorno? Le fattezze dei nostri uomini politici, forse, così distanti dal mens-in-corpore-sanismo ciceroniano? Una gioventù sfasata, maleducata e sbracata che ha come massimo riferimento estetico gli emo, o le gang metropolitane coi cappelletti al contrario sulla testa e l’andachiese d'oggimento primitivo, evidente esito d’una involuzione estetica palese rispetto alle prestanti ed eroiche pose plastiche dei nostri predecessori?

Ovvio che un tale repentino e svaccato arresto della bellezza non possa esser casuale, e che debba quindi trattarsi d’un progetto involuzionista studiato a tavolino da chi ha in odio la nostra civiltà: nulla di troppo distante dal serial killer di anziane che uccide tutte quelle che gli ricordano l’odiata sua nonna che lo rimproverava sempre per la sua pigrizia; con la differenza che questi pericolosi “killer di anziane”, essendo al potere, si trasformano automaticamente in killer di popoli.OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Da dove più trarre spunti poetici, se non dal passato remoto, dunque? Forse, dall’”austera leggiadrìa” di quattro squinziette frequentatrici di reality show? O dalle algide modelle ritratte in campagne pubblicitarie di moda ove l’originario concetto estetico di bellezza morfologica imperniato sulla “forma” è stato sostituito da quello ideologico imperniato sul multietnicismo a tutti i costi ?!

Oltre alla desolante penuria di personalità, di statisti, di illustri uomini e stilnovistiche dame a cui dedicare un monumento, con l’abbattimento ideologico dei più alti paradigmi e stilemi classici, a quale sgorbio di tipologia statua-papa-giovanni-paolo-ii-stazione-terminiumana, oggi, potrebbe rifarsi un qualunque tentativo di monumentalità? E con quale vestiario, quali colori, quali misure?

Se “i terrestri” sono tutti interscambiabili fra loro, a chi di essi dovrebbe farsi assomigliare “il monumento”, tesoriere di identità storica ed estetica?

E l’architettura dei vari luoghi del pianeta, anziché rifarsi alla peculiare natura dei rispettivi territori come il gotico fece con le arboree guglie della foresta nera o le moschee con le rotondità delle dune desertiche, da quali canoni estetici andrà a prendere spunto per performare se stessa?politico d oggi

Andrà a finire che gli extraterrestri, quando finalmente verranno a salvarci dalla dilagante stupidità umana, confonderanno la pseudo-monumentalità attuale per degli ex-voto alla deformità, sino a che poi, andando a ritroso nel tempo, obnubilati da tanta bruttezza, non arriveranno agli antichi e gloriosi menhir celtici confondendoli per degli stronzi di dinosauro ben conservati.

HELMUT LEFTBUSTER

manhir capovolto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: