I NOSTRI RISTORATORI SPARISCONO COME I GATTI DAI QUARTIERI…

In questa serie di link leggerete strampalate notizie riguardanti fenomeni – ahinoi – sin troppo logici e spiegabili, trattati invece con lo stupore dei bambini davanti all’incarnazione di mago Merlino…

http://www.senigallianotizie.it/1327320273/senigallia-quale-verita-sui-gatti-scomparsi

http://www.gonews.it/articolo_14097_Tantissimi-gatti-neri-scomparsi-dalla-citt.html

http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio_emilia/2008/10/28/128861-spariti_gatti_neri_finiranno_cucina.shtml

E potremmo continuare a iosa! In ogni caso, link o non link, digitate “gatti spariti” e ne leggerete delle belle.
Allora, poiché non siamo nati ieri, e poiché le balle sull’ondata di sadismo anomalo o sull’improvvisa esplosione di satanismo le possono andare a raccontare a quelli che pigiano l’uva con le galosce ai piedi, osserviamo il dipanarsi di due grandezze direttamente proporzionali ad una terza che lo è inversamente alle altre due: spariscono i gatti unitamente ai ristoratori italiani, sapete, quelli un po’ all’antica, quelli dai quali se ordini del pollo, ti portano ali, petto e coscette a vista; e, di contro, crescono invece quei ristorantini “etnici” e low cost ove il concetto di sostanza proposto nei menù è totalmente disarcionato rispetto a quello di forma che t’arriva nel piatto.

Guardate che non è un sofisma particolarmente raffinato da capire: se mai avete avuto la sfiga di entrarci (drenando inevitabilmente risorse da chi, onesto e dimenticato dal proprio popolo, oggi è costretto a chiudere) avete mai ordinato qualcosa che, una volta giuntovi innanzi, non avesse una sembianza amorfa, parcellizzata, atomizzata, sbocconcellata?

Dunque, cos‘è finito nel vostro stomaco: l’idea iperuranica della carne indicata sul menù, o piuttosto una sua “realizzazione stilizzata” alla quale solo la vostra fiducia e (apparente) convenienza in euro accanto al nome del piatto consentivano di attribuire tale dicitura?!
In soldoni, voi avete forse mangiato una bistecca, del controfiletto, del prosciutto, un gamberone allo spiedo appena pescato?
No, voi avete deglutito ciò che qualsiasi carne, trattata chissà come, bollita per ore, pasticciata con indicibili salse dai sapori impastanti, può diventare in qualsiasi parte del globo e che, in modo del tutto anonimo, spersonalizzato e privo di qualsiasi amorevole movente cultural-gastronomico / comunitario, vi è stata servita inquanto venduta, non inquanto topi per qelsi“ristorata“. Però fa tanto “ethnik” e “radical-chic” andare a mangiarci…

E intanto i gatti (e con essi i topi), magicamente, spariscono dai nostri quartieri…se li mangerà tutti mago Merlino ?!

HELMUT LEFTBUSTER

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: