RICORDARE E’ AMARE POICHE’ L’AMORE E’ L’UNICA SCELTA IMMORTALE

Ci vogliono obbligare ad amare tutto e tutti per distruggere l’unico arbitrio umano che sfugge le leggi della materia e della politica. Per farlo debbono prima uccidere il ricordo, la memoria storica, non solo per evitare che qualcuno possa rinvenire quanto prima il mondo fosse più bello, ma proprio per uccidere il concetto stesso di “scelta”.

Quindi ora sta a noi rendere il ricordo immortale.

Pensate che nelle scuole degli altri continenti si studi Seneca, il De Bello Gallico, Hobbes? Forse si studierà un po’ di Euclide – forse – poiché la geometria è una scienza esatta e, valendo ovunque, offre delle connessioni fruibili da chi magari non disprezza pappe già amabilmente cucinate; anzi, la globalizzazione si nutre di scienze applicate alle tecnologie, non incutendo esse quello che per i mondialisti è l’incubo della diversificazione, a differenza dell’Arte e della letteratura.Ricordo è amore

Pertanto i nostri programmi scolastici sono sempre tautologicamente stati, come quelli di qualsiasi altro paese e società terreni, incentrati sui trascorsi dei nostri predecessori intesi come civiltà esistite cronologicamente prima di noi sul nostro territorio. Uomini e donne che non erano Ufo, bensì sangue del nostro sangue, testimoniabile dalla somiglianza somatica fra le loro vestigia ed il nostro aspetto attuale, la cui “traditio” (tradidio=consegna) genetica è stata corredata da tutti quei relativi contenuti sociali, artistici, poetici, letterari e giuridici che ogni civiltà umana performa sulla base di ciò che essa si ritrova ad essere nell’ambito del proprio attuale.

Non essendo certo che Dio esista, non è neanche provabile che Egli ci abbia creato tutti a sua immagine e somiglianza; ma è invece certo al 100% che un’automobile abbia due occhi, naso/bocca, ruote, portiere e sedili esattamente riferibili, nello stile, alla morfologia di chi l’ha progettata e creata; e che medesimamente ciò valga per l’architetto che ha partorito la prima cattedrale gotica della storia ispirandosi alle guglie delle abetaie del proprio habitat naturale, così come altrettanto avrà fatto chi ha progettato le forme arrotondate dell’architettura araba ispirandosi alle desertiche dune dei suoi  luoghi d’appartenenza.

Insomma, talmente lapalissiano, tutto ciò, che disattenderlo risulterebbe più roba da somari che non da scempiatori di bellezza.

Ora, perché amiamo ricordare Cesare più di Vercingetorige, Cristo più di Maometto, Dante più di Confucio ? Per motivi di similtà.. o magari di appartenenza.. o magari di vicinanza.. temporale, geografica..bla bla bla: quanto girarci attorno, prima di poter dire l’unica vera parola che crea il discrimine nel nostro scegliere chi ricordare e chi no: Amore!

E’ l’Amore che crea il ricordo, poiché si ricorda ciò che si è amato, si è amato ciò che c’ha generato, e grazie a cui si è stati generati così come siamo. E poiché l’Amore è un sentimento e come tale non si corrode, vince sulla decadenza del tempo e fa trionfare la verità

Una prova giuridica di tutto questo? Il Diritto testamentario: chi sono gli eredi legittimi d’un cittadino, se non i suoi figli, i suoi genitori, e la persona ch’egli ha scelto al suo fianco?!

Ecco perché vogliono distruggere il sangue: per poter sparigliare le carte della natura, e vendersele al miglior offerente.

Ma si fottessero!

HELMUT LEFTBUSTER

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: