PERCHE’ SI PRESERVANO I PARCHI NATURALI DAGLI ITALIANI, E NON IL PARCO “ITALIA” DAI CLANDESTINI ?!

Pagate le tasse per la manutenzione del suolo pubblico, siete senz’altro persone civili, avete studiato educazione civica a scuola, per retaggio familiare e culturale non gettate cartacce, non siete piromani e, anche foste dei cleptomani, non avreste altro da rubare che pigne,  arbusti e, sperando che non vi mozzichi, qualche capra.
Eppure, se provate ad avvicinarvi anche in pedalò all’isola di Montecristo (o a qualsiasi altro parco naturale), non vi faranno entrare.
Cioè non vi faranno proprio passare, vi bloccheranno fisicamente consapevoli del fatto che, vogliasi per rispetto della legge, vogliasi per paura della stessa, mai ingaggereste una tenzone a gavettoni con gli Agenti dell’Ordine preposti a sbarrarvi il passo.

Eppure parliamo di suolo pubblico che vi appartiene per nascita e cittadinanza, di territorio nazionale contiguo all’uscio di casa vostra.

Tuttavia, ben sappiamo che norme sulla tutela del patrimonio naturalistico basate su presupposti scientifici che stabiliscono l’inevitabile danno ambientale che un eccesso di antropizzazione cagiona a qualsiasi luogo che s’intenda far rimanere bello e salubre come natura l’ha creato, debbono prevalere sul diritto soggettivo del cittadino di calpestare indiscriminatamente quel luogo che pure, costituzionalmente, gli appartiene.

Ebbene, l’ingiustizia, anzi, meglio, l’assurdità dei nostri tempi, fa sì che tali presupposti logici, scientifici e di buon senso divengano essi stessi oggetto di disciminazione, dal momento che si preservano i parchi naturali, ma si lascia che quello che dovrebb’essere il “parco” per eccellenza, e cioè il Parco del Popolo Italiano, resti svincolato da qualsiasi principio di preservazione naturale e giuridica: si lascia entrare chi non deve, non si tiene conto della portata massima del territorio in base ai parametri sanitari vigenti, e non si oppone alcuna resistenza alla subdola prepotenza di chi, già per il solo fatto di ammararvi o comunque penetrarvi illegalmente, commette un reato.
E tutto questo avviene a beneficio non di qualche “distratto” velista o diportista, ma di milioni di sconosciuti totalmente alieni alle più basilari norme civili e civiche della nostra società (non foss’altro che perché non avrebbero avuto neanche il tempo di dar loro “una letta”), non si capisce bene se per pietismo fondato su presupposti erronei e mendaci, per lassismo di stampo ideologico, per interesse mercantilistico, o per un’insana paura incentrata sul fatto che, mentre 60 milioni di Italiani sono tenuti alla larga da un’isoletta come Montecristo grazie ad un paio di motovedette della forestale, l’intera marina militare italiana non sarebbe in grado di fronteggiare milioni di festosi esodanti talmente convinti che “la terra sia di tutti” da aver smoccolato per secoli contro il colonialismo europeo.

E allora, se è la legge del più forte quella a cui c’hanno condotto 3000 anni di Civiltà, forse è meglio buttarsi a mare davvero, poiché questo è quello che passa il “convento” Italia agli Italiani oggigiorno…

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/02/19/news/dopo_il_trapianto_del_fegato_da_un_mese_vive_in_macchina-12640426/

HELMUT LEFTBUSTEROLYMPUS DIGITAL CAMERA

In foto : parco naturale dei Monti Sibillini (1) e periferia romana degratada e cementificata

(2) : ora, dove preferireste vivere delle due opzioni? Ora, pensate davvero che la prima

possa restar tale (e non diventare come la seconda) senza ferree regole di tutela?

 

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: