L’ETIMOLOGIA DI “SCIALLA” E’ TUTT’ALTRO CHE ITALICA, ED IL SUO USO TUTT’ALTRO CHE CASUALE

L’importante è saperlo: guardate, cari signori, che la lingua è fatta anche di suoni, i suoni sono musica e la musica è armonia; ebbene, dopo l’estetica e la bellezza, vogliamo rinunciare anche all’armonia?!

E allora, accettare acriticamente una gioventù d’oggi che, in luogo di “calmati”, “non agitarti”, “finiscila”, “prendila con serenità”, biascica l’ignota e aliena parola “scialla” (o “shalla”..?!), significa accettare che cambi l’armonia delle sfere del nostro habitat.

Non accendere l’antivirus etimologico del nostro vocabolario quotidiano è segno di pigrizia individuale e decadenza culturale: come si può accettare di usare – o sentir usare – incessantemente una parola senza chiederne la carta d’identità etimologica?! Ma siamo davvero diventati così superficiali, così disamorati della conoscenza?

Noi ci siamo presi questa libertà, dal momento che la ricerca della verità è ancora un diritto costituzionalmente riconosciuto.

http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/scritto_e_parlato/arabismi.html

Qualcuno potrà obiettare che negli anni ’80, in seguito ad una serie di successi musicali britannici, si usò dire “relax”, o addirittura “take it easy” per esprimere un facile invito alla quiete; barbarismi anch’essi, certo, ma perlomeno l’etimo della parola “relax”, la costruzione della frase “take it easy”, il suono di entrambe erano roba nostra, e nell’accedervi si era comunque consapevoli di usare parole straniere.

Con “scialla”, al contrario, non solo si invita il giovane ad un rammollimento persino onomatopeico del suo contegno fisico e SCIALLA x ADpsicologico, ma si inserisce nel suo “parco suoni” una viralità inculturatrice non percepita come tale dalla quale lui resta prima sedotto e poi snaturato.

Se un pacato ed informale invito a “prenderla con leggerezza”, con tutti i sinonimi che la lingua italiana ci offre, verrà espresso con un suono “arabeggiante”, senza peraltro che alcuna onomatopea o semantica inducano a giustificare tale scelta, un giorno perché non chiamare “shalla” anche l’acqua, o il mare, o le carote e i finocchi, visto che già i giovani d’oggi, così abili con le tecnologie digitali, faticano a collegare i nomi degli ortaggi ai loro legittimi titolari.

Nel rapporto fra significato ed estetica non esiste la casualità, e solo due restano le forze in campo a spartirsi ogni supremazia ambientale: la logica e l’ideologia, rispettivamente madre e matrigna. Non lasciamo prevalere la seconda.

HELMUT LEFTBUSTER

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: