EUROPEE 2014: I VECCHI ELETTORI SONO ANDATI AL MARE, MA I “NUOVI” NO…

C’è poco da fare: hanno tutti strabuzzato gli occhi su quella strisciata rossa del 40% del PD, al momento della prima I VECCHI ELETTORIproiezione a seggi chiusi. E’ stato come se su un tavolo ove era previsto che ci potessero essere sino a 10 mele, improvvisamente ne siano comparse 12: da dove sono piovute le 2 mele in più?

Se è poco chiara la loro provenienza, ne è chiarissima la destinazione: che i “nuovi italiani” votino a sinistra è una tautologia che non merita approfondimenti di sorta, visto che la sinistra parla pressocché solo di loro.

Eppure, un normale argomento statistico (peraltro accertato demoscopicamente) come il fatto che ogni giorno centinaia di immigrati completa il suo percorso di acquisizione della cittadinanza (fra cittadinanze brevi, cittadinanze onorarie e compimenti della maggiore età da parte dei figli di stranieri nati in Italia), dovrebbe dare una mano a decifrare questo “pallottoliere impazzito”. Ma in pochi trattano l’argomento, quasi che sia un tabù.

Ecco una serie di riflessioni logiche sullo “strano fenomeno” dei tanti voti “imprevisti” al PD:

–       L’astensionismo coglie i pigri, gli indolenti, i demotivati ideologicamente e, purtroppo, gli anziani, che non sempre hanno chi li accompagna al seggio. Al contrario, chi ha tutto da guadagnare in termini di accaparramento di diritti, a votare ci va eccome.

–       Negli altri schieramenti non c’è stata alcuna significativa migrazione di voti rispetto al passato (riunendo i voti delle destre frammentate i conti tornano, Grillo sostanzialmente tiene e l’estrema sinistra addirittura cresce): quindi i voti in più al PD (circa il 10% oltre le previsioni) sono come piovuti dal nulla, cioè da elettori in crescita esponenziale e repentina.

–       I sondaggisti stessi sono caduti dalle nuvole: non si era mai vista una sottovalutazione del 10% delle loro stime, i vecchi 2avvenuta poiché probabilmente gli addetti a raccogliere gli exit poll fuori dai seggi non intercettano gli elettori immigrati considerandoli – erroneamente – non statisticamente rilevanti.

–       Il Pd stravince soprattutto nelle regioni a più ampia densità immigratoria (nord-est, Emilia e centro), e questo è un altro dato demoscopico incontrovertibile.

–       Gli italiani stanno troppo male per votare in percentuali così trionfalistiche la forza politica che li sta governando durante il malessere: il 40% è un plauso plebiscitario che si riserva ad una classe politica da parte di chi si è visto migliorare le condizioni di vita, non di chi se le è viste peggiorare. E all’italiano medio che ora se la passa male rispetto agli anni ’90, fa da contraltare il “nuovo italiano” che senz’altro sta meglio qui che da dove è venuto via (altrimenti ci tornerebbe).

Grillo, che non ha mai corteggiato gli immigrati, e che come forza di protesta dovrebbe raccogliere il disagio di chi male sta davvero, infatti, è rimasto nei suoi margini, anzi ha perso.

In ultimo, ogni giorno qualche “vecchio elettore” muore di vecchiaia, e, statisticamente, 1 su 2 votava a destra; mentre i “nuovi elettori” son tutti giovani, e nessuno di loro, certamente, voterà mai da quella parte.

Tutto legittimo, tutto regolare, tutto nelle logiche politiche di sempre; ma anche tutto politicamente molto scaltro da parte del Pd.

A questo punto, non resta che pregare i renitenti al voto cronici, le primedonne, i puristi, gli scettici, i nichilisti, gli amanti del “decimale congenito”, gli attendenti della manna dal cielo, di mettersi una mano sulla coscienza e andare a votare, la prossima volta, appena sarà possibile, per ristabilire quel normale equilibrio democratico che le inquietudini demografiche di quest’epoca globalista rischiano di compromettere per sempre.

 HELMUT LEFTBUSTER

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: