I GRANDI VOLTI DEL GOTICO CINEMATOGRAFICO NON RINASCERANNO, SE NE LASCEREMO MORIRE GENERAZIONALMENTE LA FISIOGNOMICA

Barbara Steele, Betty Davis, Anita Pallenberg, le gotiche “femme fatale” che hanno vivificato le suggestioni estetiche barbara steelefemminili di un inconscio collettivo partorito dalla stratificazione di 3000 anni di “mythos” occidentale, sono dei cimeli tuttora splendidi, ma destinati ad invecchiare come ogni cosa in natura.

In epoca classica si chiamavano Medusa, Medea, Menade; in epoca medievale erano fate, streghe, donne demoniache votate ad una seduzione misterica ed un po’ tetra secondo canoni di bellezza che miscelavano la morbida sensualità mediterranea fatta di carni candide e lunghi capelli neri, ai lineamenti aguzzi e taglienti propri delle iconografie gotiche di derivazione nordica. Avvenenze femminili dal fascino tipicamente occidentale, ammaliatrici spesso sabbatiche ad uso e consumo della componente più mefistofelica dell’animo umano.

Insomma, l’attrice afroamericana Woopy Goldberg è perfetta per “Sister Act”, ma mai avrebbe potBarbara 2uto recitare la goticissima parte di una Barbara Steele nel classico “Il Pozzo e il Pendolo”, o nel meno conosciuto “5 tombe per un Medium”; né avrebbe potuto interpretare il diabolico ruolo di una Anita Pallenberg nel sexy-masterpiece “Barbarella”: e non certo per carenza di capacità attoriali, ma per le sue precise caratteristiche fisiognomiche infungibili su quei ruoli.

Ora, come coniugare la ben nota propaganda “meltingpottista” con l’esigenza di mantenere un serbatoio di fisiognomiche “gotiche” indispensabile a far sopravvivere quello specifico comparto espressivo, oramai in minoranza globale?

Angela Lansbury, nella parte dell’arcigna ed insinuante Jessica Fletcher, era perfetta perché aveva le fattezze di Anita pallenbergAngela Lansbury; come potrà la “nuova” Jessica Fletcher far scaturire nello spettatore europeo quelle medesime inquietudini gialliste attraverso le paciose rotondità afroamericane della nuova interprete della “Signora in Giallo”?

 http://www.qelsi.it/2013/hanno-fatto-la-lampada-pure-alla-signora-fletcher/

Ogni civiltà partorisce iconografie a propria immagine e somiglianza che un giorno rimarranno il vivifico testimone che ne tramanderà i caratteri. Se questa catena naturale s’interrompe, con la morte biologica di tali icone morirà anche l’intera civiltà che le ha partorite. Insomma, anche dal punto di vista filmico, morirà l’Occidente così come noi lo conosciamo.

Amanti o meno del cinema gotico che siate, non sarebbe un peccato per tutti?!barbara 3

HELMUT LEFTBUSTER & G.dX (Aristocrazia Dvracrvxiana)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: