ENNESIMA BECERATA MONDIALISTA: L’OPINABILITA’ DEL COGNOME

Questi non fanno niente per niente; ma hanno l’indubbia capacità di saper manomettere tutto agitando fantasmi ancora papabili di credibilità all’interno del mondo progressista, come femminismo ed egalitarismo: in realtà mirando a ben altro.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/14/proposta-di-legge-sul-doppio-cognome-siamo-anche-di-madre/1060461/

Da tifosi della Tradizione, quindi paradossalmente da rivoluzionari, data l’egemonia del conformismo imperante, schieriamo almeno tre argomenti a demolire questa pagliacciata tutt’affatto paciosa:

Il primo è che ciò che è durato per tremila anni senza aver fatto danni evidenti, contiene senz’altro maggiore buon senso di ciò che vorrebbe scardinarlo in quattro e quattr’otto senza motivazioni supportate da vantaggi empirici dimostrabili. Infatti, tralasciando certi ideologismi femministi ammuffiti come tocchi di formaggio lasciati in frigo senza aver pagato la bolletta della luce, non è dimostrabile esser stata l’egemonia maschile ad aver prodotto la cultura di cui siamo permeati; semmai è stata la naturalità dello sviluppo di tale cultura ad aver conferito al maschio un’egemonia organizzativa che nei millenni si è declinata in norme e consuetudini.

Un esempio? La regola grammaticale per cui basta un uomo fra mille donne a rendere maschile una qualsiasi declinazione plurale dei soggetti in questione; e si sa che la lingua è la massima e più fedele espressione dell’ontologia umana. Che cosa faranno, per sanare tale piaga immonda, aboliranno la lingua italiana? Ebbene, li aspetteremo al varco con Dante e Virgilio…

Il secondo argomento è di tipo logico: non esistono anfratti naturali e quindi sociali che non godano di un ordine gerarchico: le leggi, gli apparati pubblici, anche nelle democrazie più evolute, necessitano di ordine e di organizzazione; e dove finiscono ordine e organizzazione, se la più ancestrale e “battesimale” delle investiture giuridiche umane, l’assegnazione del nome alla nascita, viene lasciata discrezionale e appaltata ad accordi fra i coniugi che scateneranno inevitabilmente ripicche, prepotenze e faide familiari come sempre accade quando il Diritto rinunzia a disciplinare il funzionamento di una pluralità di individui?

Il terzo argomento prende invece le mosse dal sospetto movente ideologico che, a nostro avviso, anima quest’ennesima picconata alla Tradizione occidentale, sia cristiana che pagana.

In una società nella quale i matrimoni misti si avviano ad essere numerosi a tal punto da aprire il dibattito a questioni come quella della poligamia (ne aveva parlato persino l’ex ministro dell’Integrazione), nel momento in cui un italiano decide di sposare una straniera, statisticamente, quale delle due culture pensate prevarrà all’interno della coppia e della successiva famiglia? Quesito che sarebbe addirittura inutile porsi nel caso in cui fosse uno straniero a sposare un’italiana, caso nel quale il cognome trasmesso sarebbe senz’altro quello straniero.

Quindi, anche solo facendo un approssimativo “conto della serva”, l’aprire alla trasmissibilità del cognome per linea ENNESIMA BECERATAfemminile aumenterebbe almeno del 50% l’ipotesi di trasmissibilità di nomi stranieri nelle coppie miste, con le prevedibili ripercussioni culturali, giuridiche e sociali che ne scaturirebbero.

Questa follia collettiva di dover stravolgere tutto su tutti i piani e i livelli contemporaneamente ed in tutta fretta, inizia a puzzare ben più del formaggio andato a male di cui sopra.

 HELMUT LEFTBUSTER

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: