Archive for aprile 2015

BASTARDI CHE GIRANO IN BMW E AMMAZZANO PER DIVERTIMENTO POVERI PENSIONATI INDIFESI

aprile 29, 2015

Pensate quello che volete, stronzi, ma da cittadino contribuente urlo la mia indignazione per l’orrore di vedere due miei concittadini, che potevano essere i miei nonni, ammazzati per pochi spiccioli da ragazzotti che gironzolano in auto da 50.000 euro; e questo avviene nell’indifferenza generale, soprattutto quella delle animelle che un tempo si scagliavano contro le auto di lusso della ricca borghesia, mentre oggi, che queste sono usate per massacrare novantenni indifesi, tacciono miseramente in nome della solita ideologica, lurida partigianeria “pro-reo”.

Qui parliamo di assassini, non di ladruncoli; parliamo di gente forte e ricca che ammazza gente sfinita nel fisico dall’età e dalla fatica d’una vita a zappare la terra senza mai essersi potuta permettere un’auto del genere.
Parliamo di figli di papà venuti in Italia a divertirsi, perché certo con quell’auto e con quella targa non si scappa da guerre e carestie.

Che questo concetto arrivi chiaro e forte a chi di dovere, poiché finché saremo in democrazia nessuno conculcherà BASTARDI CHE GIRANO IN BMWmai la libertà dei liberi a dire la verità e a gridare giustizia per i veri deboli.

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_aprile_28/rapina-casa-muore-91enne-moglie-sotto-choc-tre-arresti-ecc76bf8-edcc-11e4-91ba-05b8e1143468.shtml

HELMUT LEFTBUSTER

Annunci

HANNO SOSTITUITO LA COMMEDIA SEXY ALL’ITALIANA CON DELLE LAGNE IMMONDE

aprile 26, 2015

Che delizia e che sbrago quei filmetti primi anni ’80 basati su equivoci, giarrettiere, gran belle fighe con ombretti ad ali di gabbiano, qualche scazzottata innocente, musichette sfiziose, vizi umani (dal mondo delle scommesse a quello delle corna) che c’appartengono dai tempi di Eschilo, Sofocle e Euripide, per non parlare di quelli di Plauto.

Grandi volti, grandi attori (non questi tristi di adesso che si mangiano le parole e che non sanno imparare i copioni a memoria), situazioni umane assolutamente analoghe a quelle che può vivere chiunque di noi, senza moralismi, ipocrisie e senza quel ripugnante politicamente corretto che vieta di definire “froci” gli omosessuali, “mignotte” le mogli che cornificano i mariti e “puttanieri” questi ultimi quando vanno con quelle degli altri.

Citiamo per tutti il film “Per vivere meglio, divertitevi con noi”, con Dorelli-Pozzetto-Vitti: volti, voci e interpretazioni di una bella Italia che sta sparendo: per lasciare il posto a che cosa, poi? A latrine a cielo aperto, stupri ed “knockout games” …
http://www.qelsi.it/2013/knockout-game-negli-usa-nuovo-mortale-passatempo-per-figli-di-papa-dimportazione/
No grazie!

D’accordo, c’è anche di mezzo la nostalgia: quella di vedere determinate automobili della nostra infanzia, i telefoni a gettoni, le Giuliette verdi della polizia e il rumore di quei motori meravigliosi, quando ancora i rumori dei motori emettevano suoni differenziabili e riconoscibili. Del resto che cos’è la vituperata nostalgia se non quel celestiale sentimento umano nato con l’Uomo esattamente come l’Amore?

Nella dissolvenza della risata grassa nel cinema il progressismo ha dato veramente il peggio di sé: non si possono più rappresentare situazioni “osé” perché vittimizzerebbero la donna; non si deve più ridere perché il riso è volgare (ma non lo diceva anche il monaco ultraconservatore del romanzo di Umberto Eco?!..); non si può più trattare il tema storico poiché rischia di confliggere con il dogma multiculturale che deve mostrare i popoli come se avessero sempre tenuto i fiorellini in mano. Insomma, non si può parlare più d’un cazzo!
Eh già, oggi si preferiscono quelle lagne immonde basate su storie piagnucolose e strappacuore con protagonista qualche depresso/a sempre con la valigia in mano, possibilmente girate in paesi low-cost per risparmiare sulle maestranze e sulle “locations”, mentre Cinecittà sta pressoché fallendo e tanti teatri importanti come l’Eliseo a Roma, chiudendo.
Però tutto ciò fa tanto fighetto e tanto intellettualoide-radical-chic!HANNO SOSTITUITO LA COMMEDIA...

A proposito di radical-chic: anche il loro beniamino più gettonato, Roberto Benigni, ha visto stampare su pellicola un suo mettere mano in mezzo alle cosce di belle signore, eppure si menziona raramente questo film…(“Letti Selvaggi”)
http://it.wikipedia.org/wiki/Letti_selvaggi

Morale della favola: aridatece ‘m ber po’ de zinne e de bei coscioni, che ce fate più contenti!

HELMUT LEFTBUSTER