AFFAMATI LADRI DI BICICLETTE O SFACCENDATI AGGRESSORI DI CICLISTI?

Torniamo ad occuparci di biciclette, tuttavia stavolta non in chiave sportiva né fiscale, ma criminale.

http://www.qelsi.it/2015/la-sinistra-a-caccia-di-soldi-tasse-su-ciclicisti-e-defunti/

http://www.bolognatoday.it/cronaca/rapina-via-zamboni-studente-bici-furto-telefonino.html

Chi, bontà sua, era già nato, ricorderà il mantra delle sinistre negli anni ’60 e ’70 secondo il quale chi sottraeva con la forza la proprietà altrui lo faceva per fame e per esasperazione sociale. Il riferimento iconografico era quello dello smunto operaio sfinito dalla fatica contrapposto al grasso padrone col sigaro che conta i soldi che l’altro si è sudato: quindi un ghigno su un eventuale vantaggio del primo, estorto a discapito della sicurezza del secondo, ci poteva stare tutto.
Ma oggi la realtà che cosa ci propone? Qual’è l’iperbole più realistica che la cronaca ci suggerisce ogni giorno a suon di pestaggi aggressioni?

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/trieste-italiano-picchiato-7-stranieri-senza-motivo-trauma-c-1206328.html

Ebbene, al posto dell’operaio smunto e sfinito ci stanno floridi e nullafacenti ragazzotti talmente coccolati dai soldarelli che le amministrazioni drenano a loro favore sottraendoli alle scuole, agli ospedali e alle pensioni, che, non sapendo come passare il tempo, aggrediscono vittime deboli ed indifese per il solo gusto di farlo e non certo per sottrarre loro risorse utili a sbarcare il lunario.

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/macerata-anziano-difende-disabile-pestato-da-straniero-2333451/#sthash.TsjdqHvZ.dpuf

Una nullafacenza sovvenzionata da valori vuoti ed esasperati come buonismo ed assistenzialismo senza frontiere.
Sull’altro fronte, come si evince da casi come questo che chiunque può verificare come giornalieri cercando su internet, non c’è più il ricco e pingue capitalista che conta i soldi, ma c’è il disabile che non può difendersi, o c’è l’anziano pensionato che viene massacrato per pochi euro o, ancora, lo squattrinato studente ciclista che viene aggredito solo perché, in sella ad una bici, è ben difficile difendersi.
E allora, come non fare il tifo per la sua intraprendenza, grazie alla quale, nonostante le vili percosse inferte dai tre energumeni ad una persona in posizione di svantaggio fisico, egli non solo ha saputo reagire, ma ha fatto anche arrestare quei tre vitelloni nella speranza che qualche nostalgico dell’ esproprio proletario non si premuri di liberarli prima del tempo.
HELMUT LEFTBUSTER

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: