I DEVIATE DAMAEN presentano: “NEL LIMBO D’UN CODICE A BARRE” (“opera brevis” in un solo atto)

A cavallo fra le due fatiche di “Retro-Marsch Kiss” (uscito nel 2015 d.C.) e di “In Sanctitate, Benignitatis Non Miseretur!” (previsto per il 2017 d.C.), la notte del Santo Natale 2016 d.C. la band pubblicherà un inedito bambinello audiofonico dal titolo “NEL LIMBO D’UN CODICE A BARRE”.

Né glutei marmorei né labbra cerasee, né croci gotiche né mostrine runiche, stavolta: in questa sorta di “opera brevis” dirigeremo i nostri sfinteri sulla maestà dell’editoria imperante; quella secondo cui un’Opera esiste non grazie all’Artista che è stato abile a concepirla e realizzarla, ma per concessione di qualche bavoso mercante che si prodiga a venderla.
Insomma, schizzeremo la nostra merda su case discografiche e magnati dell’editoria come solo chi è impermeabile ai ricatti del mercato può fare.
Eppure le nostre etichette presenti e passate (Avantgarde, Metalhorse, Black Widow, Materiali Sonori e la recente Tsc Records) ci hanno sempre amati e prodotti, nonostante tutto. Evidentemente siamo troppo simpatici!!!

Sorta di “Pierino E Il Lupo” musicato, questo cortometraggio audiofonico racconta di due nel-limbo-pyttrixgentildonne conciate da metallare e bardate di microfoni nascosti anche sotto le terga, che si recano presso una nota catena editoriale e distributiva cara ai radical-chic, per acquistare un album dei Deviate Damaen in realtà ancora mai uscito nemmeno dal culo della band, figurarsi nei negozi: “L’Inferno Deviatiko”.
Non trovandolo quindi, come è ovvio, né al desk informativo né fra gli scaffali, le due bizzarre avventrici ce ne posizioneranno furtivamente una copia esse stesse, per poi reclamarne l’acquisto alla cassa subito dopo, invertendo così il naturale iter di vendita “artista-distributore-pubblico” e mandando in confusione i tapini inservienti del sistema.
Morale della favola, nella mediocre concezione mercantilistica dell’arte, l’assenza di un arido codice a barre sulla confezione condanna una grande opera al limbo dell’impubblicabilità.
Ma poiché Noi, Dame Deviate, col mercato discografico ci siamo sempre asciugati lo scolo di pippette fatteci in ascensore, le nostre opere non patiranno mai crisi distributive (il nostro ultimo album, “Retro-Marsch Kiss” è attualmente e regolarmente esposto in vetrina presso il maggior rivenditore di musica metal esistente in Italia, Mariposa-Duomo di Milano, con devastanti esplosioni di scabbia tra le chiappe di “colleghi” e “recensori”)nel-limbo-lili

Il brano sarà scaricabile gratuitamente dal sito della band http://www.deviatedamaen.net
a partire dalla notte di Natale 2016, completo di testi, veste grafica in formato Cd e relativi credits.

Fare musica anche per chi non l’ascolta è il vero privilegio dell’Artista assoluto.

DEVIATE DAMAEN

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: