AVER CONSERVATO QUADERNI CON TEMI E DETTATI DA SCOLARETTI ANNI ‘70 CI AIUTERA’ A DIMOSTRARE LA PROSTRAZIONE DELLA MAIEUTICA MODERNISTA

“Carta canta!” è un motto di rara infallibilità: i documenti, le fotografie, il cartaceo in generale, testimoniano sin dal giorno della loro invenzione quel che gli uomini sono stati, come sono vissuti, come hanno percepito e interagito con la realtà circostante.
E non a caso, quel coacervo di interessi malsani e ideologie depressive, che l’antropologa Ida Magli chiamava nei suoi libri “Laboratorio Per La Distruzione”, implementa costantemente condotte sociali volte a disintegrare le prove di ciò che siamo stati, complici le nuove tecnologie digitali la cui tenuta nel tempo non è stata ancora empiricamente dimostrata.
http://www.qelsi.it/2014/dopo-loccidente-ida-magli-spiega-come-salvare-leuropa-da-politicamente-corretto-e-multiculturalismo/

Ed ecco che il dettato o il temino di un bimbetto classe 1970 d.C. possono diventare armi mediatiche formidabili a dimostrare quanto e come il progetto mondialista stia improvvisamente contravvenendo a quell’ordine naturale delle cose un tempo trasmesso ai giovanissimi sin dai primi passi della maieutica scolastica.

Il trinomio “fotografia-calligrafia-contenuto” delle immagini sottostanti non necessita di alcun commento o didascalia specifici, bastando da solo ad indurre il libero lettore alle più fiammeggianti riflessioni logiche circa quali nefaste intenzioni siano in animo a chi vuol stravolgere la nostra Civiltà attraverso l’evidente regressione e il palese abbrutimento della didattica, della pedagogia e dell’educazione.

1

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

4

5

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

7

8

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

10

11

12

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

14

15
In conclusione: i soliti musi storti diranno che <<non c’è società umana senza progresso>>, che <<la cultura non può restare immobile>>, che <<tutto cambia e si trasforma>> e, a seguire, le altre solite 3 o 4 ovvietà tratte dal diabetico glossario progressista.
Ebbene, noi rispondiamo a tal belare con l’ennesimo quesito logico: se al gioco del Tiro alla fune non ci fosse chi tira da entrambe le parti…il gioco esisterebbe inquanto tale ?!
Ecco, Noi siamo quelli che tirano dalla parte del Proprio e della Bellezza; gli altri tirassero dove vogliono loro, ma senza rompere i coglioni alle convinzioni altrui.

HELMUT LEFTBUSTER

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: