IL SINISTRO D.O.C. STORCE LA BOCCA DAVANTI ALLA CUCINA POPOLARE

Il sinistrismo, oltre che essere un fenomeno antropologicamente misterioso per via dell’autoafflizione che puntualmente accompagna la natura dei suoi soggiogati, è altrettanto sconveniente per l’economia nazionale a causa dell’ossessione esterofila che ne contraddistingue il credo ideologico.

Di conseguenza, a causa della sua ostilità alla cucina popolare, esso non potrà che essere venefico anche per la salute di artigiani e produttori agroalimentari, nonostante i suoi politici di riferimento tentino in ogni modo di imbonirsi tali categorie con la favoletta delle esportazioni, al finale della quale il Paese sarà già bello che fallito e colonizzato.
Abbiamo visto più volte come la parola “populus” non piaccia al sinistrume; e dire che i nostri Padri Romani la equiparavano in sacralità persino a quella di Senatus (S.P.Q.R. , “Il Senato E Il Popolo Romano”); ecco, andate a dire oggi a un senatore “progressista” di stare in fila alle poste alla stregua di un qualunque altro suo concittadino..e sentirete che latinismi gli usciranno di bocca!
http://www.qelsi.it/2014/il-proletariato-e-un-concetto-troppo-identitario-per-essere-amato-dalle-sinistre/

Ebbene, se ci rechiamo in pescheria con uno di questi terzomondisti incalliti, state pur certi che acquisteranno prodotti di gran pregio come cernie, orate e aragoste; poco importa se tali pesci e crostacei saranno stati prelevati da un allevamento balcanico, nordafricano o vietnamita; l’importante è pronunciare la parola d’un pesce noto, costoso e “chic”, possibilmente dando del Tu al pescivendolo (ma facendosi dare da lui rigorosamente del Lei), ed escludendo qualsiasi riferimento alla cucina povera e popolare tipica della civiltà contadina o marinaresca nostrana.

Già, il Sinistro d.o.c. storcerà sempre la bocca innanzi ad una bella paranza di pesce il-sinistro-doc-storce-la-boccaeccessivamente plebeo, o all’idea di una bella zuppa con l’arzilla (quanti di voi sanno cos’è “l’arzilla”?!); di certo si schiferà davanti ad un semplice spaghettino con le telline, nonostante il sapore di tale mollusco superi in pienezza quello delle ben più gettonate vongole.
Del resto, non è un caso che i grandi ristoratori e chef parassitanti nei talent-show che affollano ogni genere di palinsesto abbiano tutti il culo targato a sinistra e cucinino solo delle gran ciofeche con cui sporcare piatti che verranno spacciati per opere d’arte.

E allora domandiamo agli ancora tanti poveri che votano quella parte politica: ma vi piace così tanto essere presi per il culo?
HELMUT LEFTBUSTER

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: