Archive for the ‘MASSIME e PASQUINATE DVRACRVXIANI’ Category

ODE AL MARITOZZO CON LA PANNA

marzo 20, 2016

PROLOGO:   W la festa del papà!
Dedichiamo quest’ode al solito tristume radical-chic che, a voglia di non discriminare nemmeno gli stronzi che caga, si farà scoppiare l’intestino…

All’asilo di Albaro eliminata festa del papà: è inutile

 

<<Bianca è la sua carne di latte nostrano fatta, gloriosa è la sua storia che di romanità tratta.>>

<<Dorata ne è la foggia, impareggiabile la fragranza che allieta il palato, la lingua e ci riempie la panza>>.

<<Non c’è esotismo nella sua dote, né dalla sua ricetta dirazzar si puote; forse è per questo che non piace affatto a quei quadrupedi che non usano il piatto>>.

<<Ma nemmen lo gusta il compagno equo e solidale, che con mesta tisana si corica e male; si sente in colpa per la fame nel mondo e per compensarlo si scagazza in tondo!>>

<<Per la festa del Papà noi ce lo spariamo alla faccia dell’uguaglianza fra Eva ed Adamo: poiché maschio è colui da cui tutti veniamo e alla sua stregua poesie e bianca panna, felici, sburiamo!>>

G/Ab & DEVIATE DAMAEN

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

…e dalla nostra discografia ufficiale riportiamo:

“…e montiam la panna per tutta quella critica che ci condanna…”

“Tu schifi la tua carne, addosso c’hai le tarme per solidarietà con chi t’inculerà; adotti chi è propizio ad aprirti l’orifizio e tua madre dall’ospizio tu mandi all’aldilà: schiuma schiuma, progressista, su sto scroto fà la mischia, “genitore 1 e 2”, addio mamma, babbo, asinello e bue!”

“Non ho fratelli che non siano quelli che babbo e mamma con me ebbero in canna; non altri poter aspirare alla mia mensa, pur essi avendo buono il fiuto alla dispensa…”

 

Annunci

SE V’INFASTIDISCONO IL PRESEPE O L’ALBERELLO..FICCATEVI UNA PIGNA AL CULO O CIUCCIATE LE PALLE ALL’ASINELLO!

dicembre 24, 2014

E’ Natale: e tutti noi siamo nati, bene o male, quindi W il Natale!  E via quella faccia storta da commiato: perfino Christopher Lee canta il suo Natale a perdifiato!

A Natale abbiam sempre mangiato panettone e cappone, ammirato l’artigianalità dei presepi, carezzato la neve spalata dai vialetti e, naturalmente, composto sonetti. E allora perché mai dovremmo improvvisamente rinunciarci?!

Così, anche stavolta, dedicheremo un pensiero a quegli inetti, che immemori di Dante e allupati di inerte materialismo, in nome d’un insulso altruismo, picconeranno ciò che c’era prima e prima ancora, pur di cagarsi da soli della merda che c’è ora.

———————————————

Se non ti piace così com’è il Natale, o tollerante, prova con una pigna anale e ficcatela fra le ante!

 Se t’infastidisce il bambinello, o rispettoso delle religioni altrui, prova col somarello e ciucciagli i pendagli sui!

Se invece a infastidirti è l’alberello, o radical-chic viziatello, dà retta a me: staccagli il puntale, sieditici sopra e ti sentirai un re!

 Le preghierine a Dio t’infastidicono, o laicista? Menati le orecchie e spera che null’altro esista oltre la vista: nelle nostre lasagne avrem la carne, che nelle tue ci sien le tarme!

Orsù, tu che ti senti libero, un po’ sinistro e protestatario per il sol fatto di disprezzare il rosario, rammenta chi saresti senza fronde, edera, crocifissi, e tombe; ciò fatto, prendi il dito, aguzza il fiuto, usa l’ingegno, e, se non t’entra a natural maniera, umettalo di lingua, e dacci dentro di carriera!

Buon Natale 2014 d.C.

DEVIATE DAMAEN 

p.s. : codesto stornello è stato allegramente indetto godendoci “Pierino torna a scuola” su divano e caminetto.

Seguono links di corredo sulle notizie addutte affinché nessuno possa dire che son futte.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/piemonte-altro-preside-vieta-presepe-scuola-i-genitori-si-1074194.html

http://www.independent.co.uk/arts-entertainment/music/news/christopher-lee-releases-heavy-metal-christmas-song-darkest-carols-faithful-sing-9914850.html

…e (soprattutto per i “goth”, metallari e punkettoni vari…) ricordate che, senza Paradiso, Dante non logo natalizioavrebbe scritto l’Inferno; e senza Inferno non avreste avuto né i Venom né i Bach, né i Milton, né i Baudelaire, né i Papini, né i D’Annunzio, né i film sui vampiri che tanto v’arrazzano peli, vescica e pipini: se non volete capirlo, non siete solo dei coglioni, ma siete soprattutto degli omini!